martedì 18 dicembre 2012

Detto fatto

Evidentemente sono io che me la tiro da sola, praticamente un effetto gallina che si gufa, tanto per restare tra volatili. Fatto sta che qualche giorno addietro, mentre cercavo di districarmi tra gli acquisti natalizi, l’asse da stiro, la pioggia battente e le prove del coro gospel nel quale sono stata inserita di forza (in effetti, a chi non manca un coro gospel nella vita), avevo brevemente riflettuto su come non avrei disdegnato qualche giorno di stop causa influenza e… detto fatto, passate neanche ventiquattr’ore mi sono ritrovata alle prese con termometro e tachipirina, il tutto inframezzato da dolori allucinanti ad ogni singolo osso, molti dei quali ne ignoravo addirittura l’esistenza, ed improvvise corse in bagno. Ovviamente il riposo forzato è arrivato, e visti i collaterali ne avrei fatto volentieri anche a meno, ma mi chiedo come mai io sia stata esaudita in questa stupida richiesta mentre tutte le volte che penso, che so, al superenalotto, al biglietto vincente della lotteria o a far sì che una dissenteria fulminante colpisca il bieco di turno, i miei desideri vengano sempre bellamente ignorati. Vabbè, probabilmente me lo meritavo e basta questo antipatico virus che mi ha stesa per qualche giorno, ma forse non tutto il male viene per nuocere, visto che tra un colpo di tosse, uno starnuto e una tazza di tè bollente sono riuscita a preparare delle etichette proprio carine per la vendita di dolcetti natalizi della squadriglia scout della pulcina, a rivedere la puntata di Downton Abbey che mi ero persa ed a tirare fuori tutti i ricettari per decidere cosa cucinare per il pranzo del venticinque. Sì, direi che una volta passato il primo tempo per così dire drammatico e con effetti speciali, il secondo tempo di un virus dicembrino può rivelarsi decisamente sopportabile. Sono sicura che ci sarà anche un terzo tempo, alla stregua di quello del rugby, ed ugualmente spassoso: una seduta di stamping da fare indigestione. Dovrò solo stare attenta a non tossire sul glitter.

5 commenti:

DaniVerdeSalvia ha detto...

Ti invidio il Xmas viruz, per me niente pause nemmeno certificate: goditela sorellina! :)

Carmine Volpe ha detto...

tanti auguri di buon anno 2013

antiquando ha detto...

Spero che adesso sia tutto passato !
Sono capitata qui per caso e devo dire che il tuo blog mi piace molto. Sono diventata una tua follower. Anche io vorrei essere un po' più creativa ma non trovo mai il tempo.
Se ti va passa a trovarmi nel mio blog: http://antiquando.blogspot.it/
Ti prego lascia qualche commento se vedi qualcosa che ti piace. lousisette
Buon 2013

antiquando ha detto...

E' vero! Sono ventua anche io dalla Salvia per la Ficata. C'era un sacco di gente e non ricordo di tutte. Io ero con una mia amica e con le mie bambine gemelline - ti ricordi ?? E per regalino avevo portato delle collane! E tu? Non riesco a mettere a fuoco. Fammi sapere. Grazie. Buona serata. lousisette

Gallinavecchia ha detto...

@ lousisette - è vero, eravamo tante ed è difficile ricordarsi nomi e volti di tutte. Il mio regalino erano biglietti augurali fatti con la tecnica dello stamping.. mentre quello ricevuto era una bella collana azzurra: era una delle tue?

LinkWithin

Blog Widget by LinkWithin